2 dic 2013

Diritto di recesso poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

Diritto DÌ recesso.

Per te ho rinunciato a tutto
ho rivoluzionato la mia vita
e non sapendo mi son condannato
alla più cruda sofferenza…
ho acceso il cuore e messo da parte la ragione
ho sognato il paradiso e inventato favole
solo per noi da narrare hai fanciulli
con la più sfrenata fantasia.
Ti ho resa regina del mio regno e
dannatamente aggressiva, tu
lo hai condannato a un’assurda distruzione.
Sei stata cattiva
donna aggressiva,
perfida e passiva, insensibile per me e
strega, dannatamente strega nel mio regno.
Non fa niente, ti perdonai per quella volta
e ti portai nel cielo stellato
a far coda alla più bella delle comete
sorretta dal più bello dei re dei cigni
ma tu senza un perché
gli hai sparto…
ora io taccio e a te che solo con la parola
puoi entrare nelle mie orecchie
ti lascio silenzi, vuoti e ancora silenzi…
parla se vuoi, ma io non ti ascolto!
Addio, ancora silenzi e addio
Sì di nuovo…addio!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



0 commenti: