11 dic 2013

Destinazione Ignota Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Destinazione ignota.

Aspetto un treno – che non esiste
mi butto col pensiero – sotto le rotaie
sotto un treno – che non arriverà mai.
Partirò con il treno – della fantasia
portando con me solo la poesia –
sarò un passeggero inaspettato –
inosservato, ordinato, silenzioso –
annoiato.
Passerò ore seduto
su uno sporco sedile
fradicio di sudore e mal odorante –
di chi sa cosa.
Viaggerò per ore e ore, per giorni
e giorni, per
un’intera vita…
con un unico scopo…
riposare.
Non fuggirò dalla mia terra
non scapperò dalla mia vita…
viaggerò sul treno dei silenzi,
senza l’ombra di un passato travagliato –
partorito, forse nel cuore sbagliato.
Un ultima volta, un ultimo addio,
prima di partire, prima di ritornare
più grande, più aperto, più immenso, più uomo-
un ultima volta…
Addio e arrivederci!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



0 commenti: