29 dic 2013

Il Vip Del Giorno Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

IL VIP DEL GIORNO.

La vanagloria
il voler conquistare
il farsi desiderare
non voglio conquistare io.
Certa gente
mi vuole conquistare
vuol conquistare il mio mondo
morire ricchi
farsi ricordare
per il proprio corpo.
Io voglio scalare il mondo
non sono un megalomane
perché quel che intendo io
è quello che poca gente apprezza
ama.
Scalare i monti
toccare la nuda roccia
sentire la voce nel monte.
Cosa me ne faccio dei soldi nel requiem?
La gente vuol conquistare.
Io voglio far conoscere
sì far conoscere
a che mi crede
questo dolore
che si potrebbe…
a tutti i costi evitare.                                 

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




La Magia della Luna Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

La Magia Della Luna.

È notte …
Dalla finestra in soffitta
si rispecchia sui muri la luna
Pare giorno ..!
Le statue sui muri, gli oggetti
le maschere africane e le cose
sembran prender vita
così come per magia;
forse la luna è fatata.
E io ballo ..
Ballo libero fra queste parole
piroetto nel vento
con la musica è festa.
Un gufo silente ed una vecchia cicala
festeggian cantando
la prima notte d’estate.
È estate ed io ballo come un bambino
in soffitta di notte.
La luce della luna sui muri
la cicala e quel vecchio gufo silente
Dan vita a un concerto
D’estrema raffinatezza.
È musica, è festa
È notte e io dovrei dormire.
La magia della luna ..
E ballo, piroetto sui muri
E nel vento
è festa, è estate, è luce d’incanto
è la magia della luna
che zitta maestosa sta lì a guardare.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



il siero della vita poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

Il siero della vita.

Quando capisci
l’importanza della vita
dal fiore che nasce
alla farfalla che vola,
al bambino che cresce
all’anziano che s’innamora
dalla donna che piange
alla bambina che sboccia
e in un fior fiore
vola in alto
leggera e lucente come una farfalla,
allora il tuo cuore
batte, batte d’amore
e non serve speranza
non serve conforto
perché tu in quel momento
sei entrato a far parte
del grande cerchio
nell’immenso gioco della vita
nel girotondo del creato,
uno zefiro di vita ti attende.
Così impari ad amore
persino il tuo peggior nemico
a saltare e a volare in alto
nel tuo piccolo angolo
nell’universo,
in quell’attimo tu entri a far parte
di un immenso mistero
che davanti ai tuoi occhi
si svela senza peccato
il grande mistero della vita
la domanda che tutti ci poniamo:
qual è il mio scopo?
Ti assicuro amico mio
che non è facile scoprirlo
ma nemmeno difficile
e ora ti do un consiglio
non cercare tanto lontano
il sentiero che conduce alla vita
è dentro di noi
e quel che ti posso dire
è ascolta in silenzio
la tua voce
lei ti parlerà,
ascoltala è lei che ti guiderà
sentirai la voce della sapienza
e ti parlerà una sola volta
non sari costretto ad ascoltarla
ma ti assicuro che se non lo farai
te ne pentirai per tutta la vita
perché nel grande mistero della vita
c’è anche la pace eterna.
Riempiti d’amore e
ascolta il tuo cuore
poi apri le ali e
impara a volare,
io sarò lì a metà cielo
pronto per andare oltre.
                                                                               
Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it





27 dic 2013

Musica Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Musica.

Guardarti
mentre dormi la mattina
sentire la tua voce mentre canti
guardare i tuoi occhi quando ridi
è gioia, è bello, è un canto,
è musica…
Accarezzare le tue mani
nella doccia
mentre mi spalmi
il sapone sulla schiena
abbracciarti forte e ancora
per poi fare l’amore
è un canto, è un battito, è immenso,
è musica…
Va oltre!
Dormire nel lettone accanto a te,
baciare le tue labbra
sentire il tuo sapore
è sale, è cuore, è immenso, è senza parole,
è musica,
mi fa battere più forte il cuore,
mi fa sentire sempre e più vivo,
ti fa restare sempre più amore
mi fa dire sempre più: Ti amo!
Mi fa restare sempre senza parole
Ti fa restare sempre nel mio cuore.

“A te, così come sei, bella e per sempre immensa nel mio cuore, amore Ti Amo!”

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Una Parola D'Amore Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


UNA PAROLA D’AMORE.

Un uomo
può sbagliare…
un uomo deve saper
dimenticare,
ma per farlo
gli serve
un'unica parola
sincera
che arriva dal cuore
“Amore – Scusa del dolore!”
Solo allora
si può
dimenticare e
continuare così a
vivere…
per sempre – insieme - felici.


Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


17 dic 2013

Liberi D'Amare Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

Liberi D’Amare.

Amore, amore splendente
accecante come il bagliore del sole
amore che non può avere volto
pieno di giudizi e pregiudizi
amore senza nome
nascosto, ghettizzato, non dichiarato
amore discriminato, accettato
amore mai violato
amore senza alcun valore morale
legale, né sociale
amore da criminale
da condanna senza reato
amore definito peccato.
Amore immenso, stupendo
grande quanto ingiusto
amore immorale, discriminato
peggio di un appestato.
Amore triste, felice e stanco
amore che non conta, anche se è sempre amore
amore felice, dolente e stanco
amore senza tregua né pietà
amore che nel terzo millennio
dal medioevo a oggi
da vita alo scandalo degli ignoranti
e alla gioia dei razzisti
amore che non avrà mai fine
perché è un amore sincero
non si è liberi d’amare
Quando si è omosessuali.
Sognare d’amare
nascondersi in un locale
soffrire in silenzio
essere stuprati nell’anima e nel corpo
soffrire da dannati
essere discriminati, condannati
allontanati, pestati e violati
buttarsi nel vuoto di un ponte piangendo
soffrire in silenzio
questa è l’umanità di un popolo che
proclama amore.
Ho visto gente morire, soffrire in silenzio
ammazzarsi di nascosto.
Non è giusto ..
Mi vergogno di esser uomo
mi faccio schifo del mio credo
non dico altro ..
Sto zitto in silenzio
come quella gente triste
che finge di non vedere
eppure sono qui
come testimonianza vivente.
Gay, Lesbica, Transessuali e Bisex
che importanza ha?
Liberi d’amare
in un mondo che non ci fa vivere.
Bella l’Italia, bello il mondo!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Il Cuore del Mondo Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore

Il cuore del mondo.

Quando sono solo, penso …
penso al mondo,
penso al dì là dell’orizzonte…
il mio pensiero va oltre,
dilaga nella pace – nella calma –
nella tranquillità dell’amore…
la pace interiore …
l’armonioso accordo dei sensi.
Ascolto l’accordo, il dolce suonare
in un unico canto, il suono del mondo…
la natura è vita viva e canta per me…
in silenzio io sto ad ascoltare!
Non c’è emozione migliore
della pace interiore…e con questo
posso dire…”Che il silenzio fa rumore!”,
bisogna solo saper ascoltare…in silenzio,
ad ascoltare il silenzio…che canta
initerrottamente la canzone della vita.
Ascolta il battito, il cuore del mondo batte per noi!
                                     
Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


13 dic 2013

Labirinti D'Amore Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Labirinti D'amore.

Labirinti D'amore
angoli bui sofferti e deserti
amore sfuggente come il silenzio a novembre
un attimo di gioia di goduria e d'amore e poi
silenzi, dolori e tormenti.
Amore come la cosa più bella del mondo
amore come che ti sfugge dalle mani
per finire poi in silenzi e in labirinti spenti.
Amore a doppio senso, amore immacolato
amore felice come due angeli in volo
amore di troppi silenzi e vuoti mancanti
amore sofferto in un silenzio angoscioso
amore senza senso che si perde per nulla
amore mai trovato se per sfuggita
attimi si paura, di silenzio e di pace
ma i fondo cos'è l'amore se non la vita,
amore come quella cosa che ti rende vivo.
Il destino di un uomo senza pietà che ancora piange
in cerca del vero amore ..
Amore senza senso, amore immenso
amore che ti rende cieco nel cuore e nella mente
amore che tace e ti uccide in silenzio
amore che ti fa sperare di morire all'istante
amore senza parole, amore di cui è meglio tacere.
Labirinti d'amore in cui si perde il cuore
un cuore che batte di nuova vita soltanto per te,
un cuore che soffre e che ama in silenzio per soffrire di meno.
Un cuore che ama senza mai essere amato
un cuore ormai perso nel labirinto del tempo.
Labirinti del cuore
che a volte non sanno neppure cos'è l'amore e
l'unica cosa che ti rimane è piangere disperato per sempre
in attesa di quell’unico angelo che ti ravviva il cuore
in silenzio senza tanto rumore né parole,
ma solo con tanto amore vero e sincero.
Labirinti del cuore fatti apposta per fare l'amore.
Labirinti del cuore nati apposta per soffrire di meno.
Labirinti del cuore il rifugio di ogni peccatore
che ha perduto se stesso nel mondo folle dell’amore.
Labirinti del cuore fatti solo per amare, labirinti del cuore
Lì pronti a un solo ti amo.
Ti Amo.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


La Vita una Gran Puttana Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


La vita una gran puttana.

La vita una gran puttana.
Il mondo
come un’illusione
è la più grande puttana signora!
In questa vita
che si diverte…
più ci tira su e più ci butta giù.
Come un maremoto
ci vuole solo investire
non accetta sconfitte
sta lì, buona e zitta –
ferma ad aspettare
il momento migliore
per cercare di farti annegare.
La vita:
“una gran signora,
che più puttana si vende
al miglior offerente,
lasciando chi già non ha niente
senza più nulla
con nemmeno la speranza di sognare!”.
La vita:
“Una gran Puttana..
che più invecchia e più pretende,
lasciandosi dietro
solo la povera gente!”.
Il mondo: Come un’illusione!
La vita: Una gran puttana!
Noi: la povera gente!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




La Tua Mano Fra i Miei Capelli Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


La Tua Mano Fra I Mie Capelli.

Ho cambiato amici
fatto i bagagli e cambiato città.
No, No. No è un errore ..
Stavo impazzendo, volevo scordare
dimenticare il tuo dolce volto, mio amore;
e ora che perdo giornate intere a scrivere di te
nel silenzio tu sei il mio peggior dolore
e questo cuore che batte
la mia anima esulta aspettando il tuo ritorno.
Ho collezionato in amore
bagagli di sconfitte e dolori,
quel sapore selvaggio
i tuoi occhi dolci, le tue labbra,
la mia schiena,
la tua mano fra i miei capelli
il tuo petto che batte, mi manchi amore ti amo.
Se solo essere uomo oggi non fosse un problema.
in questo paese che tanto prega bontà
e tanto male alle spalle mi fa .
Perché un uomo non può amare un altro uomo ..?
Perché non si può essere liberi di amare chi si vuole .
In fondo non facciamo del male a nessuno
da quando in quando l'amore è male .?
In questo mondo un poco razzista
intollerante persino a se stesso
come si può vivere e amare .?
E adesso per colpa di un sé, chissà dove sei
io ho addirittura cambiato paese.
L'Italia come un popolo di giudiziosi zappatori,
io che non posso amare un altro uomo
poi non importa se alcuni contadini
si trombano le pecore.
Non commento, mi astengo dal giudicare.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Non Metterti All'asta Mala Femmina Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Non metterti all’asta MALA FEMMINA.

Eri bambina e sognavi di essere donna e adesso che lo sei vorresti non esserlo mai diventata.
La prima volta in un bagno pubblico abbassata in un angolo che puzzava di piscio, ma tu sentivi solo il sapore di marcio che avevi in te.
T’inginocchiavi per pochi spiccioli che spendevi per pagare l’affitto.
Adesso vivi in un bilocale con due porte, la camera del figlio che non sai e la tua camera, la camera del sesso che non vuoi.
Uno dietro l’altro in un rapido contatto che non c’è.
Pochi minuti, brevi attimi di dolore, per sentirti dire: “Perché lo fai?”.
Vendi la tua vita a pochi soldi, a ogni uomo regali il sorriso in un grido di piacere mentre tu ti senti morire, uomo dopo uomo, soldo dopo soldo.
Quando non ti vendi pensi a tuo figlio, al suo futuro al suo nome a chi lo chiamerà figlio di P…..  e chi lo avrebbe immaginato che quel “sì” in chiesa ti avrebbe ridotta così .
Dici sotto voce mentre tuo figlio dorme: “domani smetto, te lo prometto domani smetto!”.
Ma chi ti penserà, chi ti accudirà, conosco solo chi ti sfrutterà.
Sei donna e non conosci l’amore anche se lo fai tre volte al giorno,
Nessuno ti chiede se ti va o se lo vuoi, lo fai! per quel soldo in più.
Pensi che l’amore sia l’odio nel dolore, ma forse è meglio che tu non conosca l’amore, tanto nessun uomo potrebbe darti l’amore che ti meriti.
Continua a sognare, fallo almeno per il tuo bambino.
Solo un soldo per dire: “Buon Lavoro!”.

“Dedico questo pensiero a tutte quelle donne che prestano il loro corpo per guadagnare pochi spiccioli e mascherano il loro dolore dicendo lo faccio perché mi piace, pur essendo obbligate!”.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


La Mamma di Cogne Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


La Mamma DÌ Cogne.

Non beveva più vino rosso
perché di rosso
lei si era macchiata le mani -
Rosso era il colore del vino
ed è il colore del giorno
che la follia
ci fece trovare quel bimbo
morto nel suo letto.
Non beveva più vino rosso
perché rosso era il colore dei ricordi
l’unica cosa che aveva
mentre guardava dalle sbarre
di quella cella
la gente passare..
E così giustizia fu fatta.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Guardami Negli occhi Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Guardami Negli Occhi.

Mi guardo allo specchio
È malinconia adesso ..
Ho bisogno d’amore
Voglio un senso
Ho bisogno di te
Non voglio più mentire
Voglio un bacio sincero
Un onesto ti amo
Non nasconderti dietro un falso nome,
Guardami negli occhi e dimmi
Ti amo.
Non mentire ..
Guardami negli occhi lo specchio
Dell’anima non mente.
Mi ami?

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


E' L'era dei Giorni di Fuoco Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


E' L'ERA DEI GIORNI DI FUOCO.

Sono finito nel dimenticatoio
Come un qualsiasi Poeta Dannato
Sono stato dimenticato.
Ed ecco i gironi di fuoco ..
Salici piangenti, acqua che scorre
Ho dimenticato il mio fiume
Sono immerso nel mare del pianto
Una valle di lacrime
La palude della tristezza
Perché è impossibile vivere in un mondo egoista.
Perché? Dov'è finito l'amore divino promesso e
Che fine ha fatto il senso della ragione?
Non so più che dire
Vorrei solo morire e farla finita lasciare tutto e dire addio.
A questo stupido mondo insensibile egoista
Ma di così non so che fare
Mi sono addirittura rinchiuso in una specie di convento
Mi manca solo di farmi suora
Dov'è l'amore del mondo, questo è un mondo di merda
Io non sono nato per soffrire
Eppure la mia vita fin ora è stato solo questo
Sofferenza, botte e veleni buttati addosso.
Cosa avrò fatto di male per meritarmi questa vita insolente
Avrò forse sbagliato epoca o mancato di rispetto.
A questa vita gentile signora puttana
Eppure dicono che è questa la vita
Ma come si può definire vita una vita che non ha mai vissuto?
Cosa vuol dire vivere?
Vivere è soffrire provare dolore amarezza e tristezza
Vivere è desiderare di morire ogni giorno
Cosa vuol dire vivere?
È l'era dei giorni di fuoco
È l'era di un mondo che fa schifo
Che non sa amare che sa solo chiedere senza nulla offrire
Eppure non era questo che diceva mia madre
Non era questo che sognavo da bambino
E il bello è che questo è solo l'inizio e che io ho solo
Venticinque anni
Spero di finire sotto un camion e di crepare
Se questo è il massimo che la vita ha da offrire.
Perché ti giuro cara vita mia
Che questa specie di cosa che mi trovo addosso
Questa cosa di carne e di ossa e che è stanca di patire dolore
Se e dico se dovesse capitare di soffrire di nuovo.
Si butterà nel rogo di questi giorni di fuoco
Come una stella che si spegne al mattino
Per ritornare a brillare in un cielo migliore  di luce e d'amore.
Ti saluto vita mia senza che sia poesia
Perché oggi la mia vita è solo amarezza
Una rosa al tuo dolce piede di fata
E un bacio al sapore di miele ..
Addio e buona vita Signora mia.
Con affetto il tuo schiavo.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it