4 nov 2013

Donne Senza Nome Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Donne Senza Nome.

Donne sole maltrattate e sposate
ma perché tanto addolorate ..
Donne sole spaventate
violentate, picchiate, stuprate ..
Io non credo alla perfezione
ma quell’uomo è un mostro, un’eccezione
un bastardo criminale.
Perché, che senso ha picchiare una donna,
picchiare qualcuno ..
Donna ormai sola di un marito criminale
fargli male, gli farei del male ma così male
da fagli capire quel che prova sua moglie.
Criminale, sei banale disumano, un ignobile uomo
che da tale non si può chiamare ..
Criminale sei un bastardo dentro
un codardo, un animale da legare
un criminale che la legge deve punire ..
Si sente nelle scale gridare:
Basta ti prego, non mi picchiare!
È meglio chiamare la polizia
se quella donna non lo denuncia
il mostro lo denuncerò io
è ora di finire questa stupida poesia
il massacro e le botte
la polizia è arrivata
adesso una diffida al maiale
che a gambe spalle se ne dovrà andare
ecco è finita non si sente più gridare
la povera donna è finita in ospedale ..

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


0 commenti: