9 nov 2013

Amore D'Artista Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


AMORE D'ARTISTA.

Adesso muoviti
Prendimi come una penna fra le tue mani
Prendimi come un artista o una poesia dai fuochi artificiali.
Io non so cosa vuol dire amore e di quale colore
Sia il suo volto ..
Sto qui in inbilico fra amore e sesso
e fra passato e paradiso
È un inferno capirti, è un’odissea, il tuo cuore.
Dammi un istante, un sol momento
poi mi giochi contro, ti abbassi e lo sai che io non resisto.
Tu te ne approfitti come un bastardo mi salti addosso.
a fare sesso e sempre sesso
non posso, non voglio dirti ancora sì
Ma la passione mi prende, il brivido caldo mi assale
Così divento un bollore
la mia mente evade, non resiste all'idea di girare
tu che ti aggrovigli addosso
come un morto di fame
m'imbratti come una tela ad artista
poi mi lasci ancora e una volta da solo
come il solito cretino ad aspettare un forse o un si che non arriverà.
Tu mi rigiri sparisci e dici: "Se saranno rose fioriranno!"
razza di bastardo e sparisci di nuovo
io non resisto mi saluti con un bacio
scappando come un bambino
E io qui più vivo che mai ad aspettare il tuo ritorno
Con l'idea di dirti un bel "No", ma poi tanto lo so che non resisto
quando arrivi e come un maestro ad artista mi rigiri
come un'artista tu ed io il pennello fra le tue mani
Ed ecco che finisce la poesia
ed io che rimango qui da solo ad aspettare il tuo ritorno
con l'anima di chi non si sente amato
come una cornice senza quadro,
Ma poi ritorni un'altra volta ed io come un cretino
Mi lascio andare come l'aria verso il cielo
Tu il mio sole ed io la luna
Tu di giorno ed io vivo di notte
Ed è destino che non ci incontreremo mai
Le tue mani sul mio capo
Non resisto son debole e mi lascio andare
Come l'acqua verso il mare
Come l'amore al sapore di sale
Come uno stupido che non sa dire di no
Come il sole al suo cielo
Tu di giorno ed io nella notte
In un futuro che insieme non ci vedrà mai.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




0 commenti: