11 ott 2013

Carlo Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


CARLO


C’è un uomo nella stanza accanto alla mia!
ha quarant’anni
e la schiena spezzata in tre parti.
È un uomo speciale
e non perché è in carrozzina, ma
perché ama la vita.
Anche se razionalmente…
non ne ha più una.
Era un poliziotto…
onorava la bandiera tricolore – tutte le mattine,
era un berretto verde
un esperto nel suo campo
un campione olimpionico
l’uomo che ricevette l’oro e l’alloro
dal mondo
e che chiedeva solo una vita normale.
Ora che gli mancan tre ossa
non vede quasi più il figlio…
è separato…
l’anno scorso gli è morta la madre…
ha quarant’anni e vive col padre…
ama la vita forse più di me
sente solo dolore
dalla mattina alla sera
perché nessun uomo conosce la cura
per cancellare il dolore.
Ha un sogno nel cassetto
vedere suo figlio,
tornare a fare il poliziotto, d’ufficio ma
il poliziotto.

“Caro amico, non dico il tuo nome, dico solo quanto ti ammiro!”



0 commenti: