22 ott 2013

Cara Italia Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Cara Italia.

Cara Italia
Mi lusinga la tua presenza
Con onore pronuncio il tuo nome
ma con rammarico e
disprezzo abbandono il mio paese;
Non c’è più democrazia da salvare!
Ogni uno pensa a
tirar l’acqua al suo mulino
nessuno pensa più a te.
Mia cara Italia,
oh mia signor signora…
lodi, allori, glorie a te
anche se non basteranno più.
Né ori né medaglie
non ci son più principi né diritti
nessuno pensa più a te
le lodi sono alle battaglie
e spesso si dimenticano di te
c’è chi non sa pronunciare il tuo nome
e chi come me muore di vergogna
e umiliato scappa vai
da un paese che non ha più democrazia.
Oh cara Italia ormai il tuo nome non conta più.
non sei più nella lista degli eroi.
Una lapide di marmo ingiallito
è appoggiata qua e la
segna un’era in cui è finita la libertà.
addio cara Italia
ricorderò per sempre i tuoi bei colori
e con onore ripeterò i tuoi principi
verde, bianco, rosso,
speranza, purezza e cuore
questo era il tuo immenso onore
portato a oro sul cuore.
Addio libertà, ugualianza e fratellanza
addio mia cara Italia
sarai per sempre il mio cuore!

“Con onore e rispetto, lode e onore al mio paese, cara ITALIA”




[i] Tutti i Diritti Riservati a Norma e Tutela di Legge a Emanuele Locatelli www.emanuelelocatelliscrittore.it



0 commenti: