29 ott 2013

Due Vecchine Poesie di Emanuele Locatelli Scrittore


Due vecchine

Ti saluto per un’ultima volta!
Ti saluto
con un ultimo addio,
una lacrima scende
dai suoi occhi sul
suo smagrito viso.
Separate
da un sottile e fragile
vetro
si salutano,
alzando la mano…
una lacrima, un saluto
mille emozioni
che si trasformano in un unico magone.
Un ultimo addio e
se poi non si vedranno mai più!
Se il destino vorrà così?
Di loro, almeno
resterà almeno un ultimo
dolce amaro ricordo.
Ti saluto con un ultimo addio,
prima di venir portata via…
Lo ripeto un ultima volta…
Addio! Un sorriso e
una lacrima scende dal suo viso
e in un attimo
il loro sguardo scompare…
Addio per un’ultima volta,
Addio amica mia!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it
 


Dagli Appennini alle Ande Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Dagli Appennini Alle Ande.

Il mio viso
si bagna di nuovo d’acqua salata
come un fiume
che scende pian piano nel suo letto -
i miei occhi ..
non possono fare a meno di piangere.
Lo sai quant’è brutto esser soli?
Trascorrere l’esistenza, l’intera esistenza
tutta la tua vita
aggrappato a un filo
in inbilico dagli Appennini alle Ande
a ballare da solo, come un gioppino
per non far capire e nemmeno intuire
a nessuno, che ormai
sei già caduto da un pezzo
e sei lì, in inbilico ad aspettare
e non puoi cadere, devi vincere
per te stesso, per gli amici, per tua madre
e per la vita che vuole a tutti i costi
che tu sia vincente.
Vincente; ma che ne sa la vita
cosa vuol dire perdere?
E tu sei lì in inbilico ad aspettare
quella gran puttana di una vita
che non vuole darti pace.
Un attimo di tregua per favore!
E tu sei lì in inbilico fra la vita e la morte
un’assurda solitaria esistenza
chiamata depressione
a metà fra l’inizio e la fine
come in una corsa, in una terra di mezzo,
un buco nero nel grande girotondo –
una scivolata dal filo della vita
e sei lì in inbilico.
Quel che importa è non cadere
perché se cadi nell’assurdo e nel mistero
e vieni attratto cosi forte dal dolore
e da quella cosa che ti spinge verso il basso
non ti salvi più, hai perso
e allora la vita non avrà più un senso
anche perché ormai sarà passato troppo tempo
e tu non avrai più una vita
quanto è vero che non si torna più dalla morte
il precipizio del dolore è senza fondo
e non si torna mai più indietro
allora non cadere piuttosto impara a volare
e allora vedrai che la vita avrà un nuovo giorno
e tu rinascerai ancora.
Vivere per rinascere ancora
e volare, volare per sempre ..

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Canto D'amore Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Canto d’amore.

Ti amerò, ti amerò
perché tu sei così importante
Ti amo, ti amo
hai dato un senso alla mia vita
Ti amerò, ti amerò…
ogni momento e ogni istante
Ti amo, ti amo
Amo te, amo te
che mi hai lasciato senza fiato
Amo te, amo te
mi hai lasciato senza parole
Amo te, amo te
che hai riempito i miei vent’anni
Ti amerò, ti amerò
per la vita e ogni momento
Ti amo, Ti amo…
tu mi hai dato un senso
Amo te, amo te
oltre il giorno e la notte
Amo te, amo te
per l’amore che mi dai
Ti amo e ti amerò…
per la vita e per sempre
Amo te, Amo te
per quello che mi dai
Ti amerò e amo te,
per tutto quello che sei
Amo te e ti amerò
orami tu sei il mio mondo
Amo te, amo te
per avermi dato un senso
Amo te, amo te
perché sei tutto quel che ho
Ti amo e ti amerò…
fino a quando morirò
Amo te e ti amerò
anche quando morirò
Amo te, amo te,
Ti amerò, ti amerò,
Per l’eternità
Ti amo, e ti amerò,
ti ringrazio di avermi dato un senso
Ti amo e ti amerò,
fino a quando lo vorrai
Ti amo, ti amo,
dolce farfalla mia.                                   

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Buon Giorno Principessa poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Buon Giorno Principessa.

La mia mano salta le righe
colora
imbratta di un dolce nero
queste pagine bianche…
riga per riga
parola per parola…
con un unico scopo…
quello di starti accanto!
La mia mano salta
piano – piano
sulle parole
tocca le pagine bianche
lasciando
un segno indelebile
nella tua mente.
La mia mano salta
dal foglio
al tuo viso…
veloce,
solo per farti
una dolce carezza.
Leggi e stiamo vicini…
Buon giorno principessa!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Coccole Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Coccole.

Smack
Ti voglio bene
Mamma!…
Volevo dirti
Solo questo…
buona notte
Ti voglio bene.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatellisrittore.it



Come un Fiore D'inverno Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Come Un Fiore D'inverno.

Come un fiore d'inverno
inebriato d'amore, io ..
e tu, il mio giardiniere.
Che sarà di me, di te, di noi
Del nostro amore e di questo presente
senza senso né futuro ..
Di un futuro che non ha sapore
nè godrà di nessuna goduria d'amore ..?
Oggi i prati verdi sono in fiore
domani sarà di nuovo inverno e le rose
diverranno solo un rogo triste di spine
Ad un solo senso, pungere il cuore di chi ama davvero.
La mia carne forse domani avrà un nuovo sapore,
un gusto sublime e inebriante al gusto di menta,
peccato quella spina nel cuore
che domani in un vicino futuro mi donerà la pace eterna.
Che ne sarà del nostro amore
che fine ha fatto il sentimento che provavi ..?
come un fiore d'inverno io e tu
il mio giardiniere stanco di annaffiare
un fiore che non
potrà mai sbocciare,
un fiore fatto di sole spine e dalla lama sottile,
un fiore d'inverno che non potrà più sbocciare,
stanco di un fiore che non avrà nuovo domani,
di un fiore fermo nel presente ormai morto
e sepolto per sempre,
come il nostro amore che non ha più
ne giorno né notte
come il mio corpo ormai morto da sempre.
Permettimi di dirti un ultima parola ..
Ti amo ..! Ora posso morire.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Bastarda Censura Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Bastarda Censura.

Tutti vogliono avere
E mai nessuno che dà ..
Verità di un mondo
Falso e bugiardo
Che da un pezzo
Non è più rotondo ..
Inchiostro rosso, macchiato di sangue
Che parli al cuore.
Basta bugie e mezze verità
Ci vuole coraggio per affrontare la vita,
Ci vuole verità
Ci vuole speranza
E non menzogne
E ora se hai il coraggio
Censurami anche questo
Bastarda sua signoria censura.


Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Arriva la Notte, la Luna e i Silenzi Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


arriva la Notte, la Luna, i Silenzi.

Certe notti non so
se pregare o no ..
Che cosa farò, ti amerò o no.
Mi volto è già l’alba
e tu non ci sei -
chissà dove sei.
Mi guardo e penso
ho perso tempo …
Certi giorni non so
neanche cosa fare
di una vita che vuole andare a puttane –
poi ti guardo e mi passa
ti sento e mi basta.
Sento bruciare le vene
vedo la nostra vita insieme
germoglia un seme nel cuore
è amore di sole pene.
Il tempo passa, il mondo cambia
e rimango indietro, attaccato ai ricordi
a fare castelli di sabbia
a imbrattare fogli di carta
a pensare all’ultima alba passata con te
E intanto il tempo passa
e non lascia scampo
il tramonto avanza ..
Arriva la notte, la luna, i silenzi
quel sentimento
di un atroce tormento
chiamato amore
che poi – tanto amore non è
non volevi ascoltare
Fingevi, scappavi
andavi, mi evitavi
non volevi ascoltare
l’atroce tormento di un sentimento
che poi – tanto amore non è
continuo a sperare
a credere a sperare
soltanto te.
Ti amo e non mi pento
è un sentimento che morde – lento
è un atroce tormento
chiamato amore
che poi tanto amore – non è
ti amo lo giuro
ti amo e mi pento
ti amo e mi basta
con quest’atroce speranza nel cuore ti chiamo amore
anche se ormai è di nuovo tramonto
e tu non ci sei più.
Ti amo lo giuro, ti amo davvero
ti amo per sempre e mi basta
arriva la notte, la luna e i silenzi
e in un dolce addio
ti amerò per sempre.
Addio ti amo per sempre …

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it








Amore di Sale Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Amore DÌ sale.

Ho bisogno di sale
di amore
ho bisogno di un bacio
sincero
ho bisogno di una donna
onesta,
che non cada dal pero…
ho bisogno di dire la mia
verità
ho solo bisogno di tanta
umiltà.
Ho bisogno di un sogno
di un viaggio senza ritorno
e un nuovo permesso
di soggiorno…
ho un bisogno assoluto
di espatriare
senza la premura di ritornare
mi metterei persino a vagabondare
con il sacco a pelo e lo zaino in spalla
in Europa forse o meglio
in Irlanda
ho un assoluto bisogno
di una vacanza
ma non posso perdere altro tempo
perché
di questo tempo
non ci si può più fermare
e il mondo
continua a girare
e il secondo a galoppare
ed io non ho tempo da buttare
ho solo bisogno d’amore e di sale è
per questo che continuo a camminare.
Ho bisogno
di un bacio sincero e
di un amore puro e vero
da una donna
che sappia amare
senza nulla desiderare
da una donna che sappia amare
solo per amore
senza voler nulla in cambio
se non l’amore puro e veritiero
ho bisogno d’amore, d’amare
e di essere amato
cerco una donna che sappia amare
che sia dolce o di sale
ma che sappia amare.
Ho bisogno di un suo bacio sincero
di un amore puro
limpido e chiaro
da seminare, da annaffiare e
da curare,
da amare e far sbocciare. 
Ho bisogno d’amare!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Certe Volte Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Certe volte.

Certe volte …
Sono sicuro e determinato
e altre volte mi perdo.
Certe volte…
Sono vincente, vado oltre
e vinco tutto
e certi giorni non so più
nemmeno chi sono.
Certi giorni…
Sorrido gioco e canto
mentre altri
piango così tanto
che la disperazione
mi fa sperare di non vedere più il sole,
ma poi quando esco da casa
e vedo quel piccolo bambino giocare…
Vedo, capisco e credo…
Mi ritorna la forza
la fede e la speranza
di credere che se io sono
“Certe volte”
quel bambino deve essere
“Per sempre”
e con questo intendo dire
che quel bambino
come tanti altri
deve vivere bene
perché sono il nostro futuro.
Bambino per sempre
Ti meriti un’infanzia felice
questo è quello che ti meriti
non è facile lo so
ma tu non ci pensare
e continua a giocare.
Io sono certe volte!
o sarò per sempre e chi lo sa!
Mi basta sopravvivere
certe volte,
mi accontento di certe volte
quando vedo
per sempre.
Bambino per sempre
continua a giocare e non ci pensare.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it         
       

Amore al Gusto Selvaggio Poesie di Emanuele Locatelli Scrittore


Amore Al Gusto Selvaggio.

Scendo con il mento
Sul tuo petto ..
Mi fermo riparto
E smack, un bacio e
Sesso, e poi amore
E sesso e vita.
Luce e colori
Un arcobaleno d’emozioni
È amore è gioia.
Ti amo.


Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it

Contorni di Luce, Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Contorni DÌ Luce.

Ricordo le tue forme

in un passato bianco e nero
il tuo volto,
quella luce
i tuoi occhi come il mare
rinasci in bianco e nero
come in una foto
nel mio cuore.
Ricordo le tue forme
sento ancora quel sentimento
nasce la nostalgia
il tuo ricordo in bianco e nero
dannato io sia
perché non vai via
o maledetto ricordo
piangerò già lo so
dimenticare o no
ma è meglio così
dimenticare sì.
Un ricordo d’argento!
Invento una poesia
decoro la carta
col tuo nome e poi
ti getto via, sì ti getto via.
Piangerò già lo so
ma è meglio così
il passato in bianco e nero
i tuoi occhi come il mare
è meglio dimenticare
cancellare il tuo nome
è meglio così ..
ti getto via.
Nel mio cuore sei il ricordo d’argento.

“Di te rimane solo un ricordo d’argento che nuota lento fra le onde del fiume, in attesa di rinascere e morire ancora. Io e te un ricordo d’argento, il tuo nome nel mio cuore per sempre. Il tuo nome scivola via, di te rimane solo un ricordo d’argento immacolato come una foto nel mio cuore.
Addio ora vai, vola via, il cielo ti aspetta…”.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it




Il Cavaliere delle Battaglie Perdute


Il cavaliere delle battaglie perdute.

Volerò oltre il cielo
nell’azzurro
porterò con me
tutte le anime
di quelle persone
che non hanno più voce
per parlare
e sarà lì che guarderò il sole
splendere di nuovo
e la battaglia sarà giunta alla fine
Solo allora, sì solo allora
quando sentirò quelli che la gente
Stupidamente chiama dannati,
cantare di nuovo
solo allora, solo allora
troverò la pace
per riposare e rinascere ancora.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Amico Politico Poesie di Emanuele Locatelli Scrittore


Amico Politico.

Questa vita è un eterno calvario
una sorta di salti su e giù
Come una commedia dantesca
fra inferni e paradiso
lì nel mezzo noi poveracci
Ed io non c’è la faccio più ..
Cado ..
E cado, cado, aiutatemi.
Questa vita figlia di puttana
come una sorta d’assassina ..
Dove tutti vogliono comandare
Ed io qui a morire di fame ..
Come un invalido emarginato
come un barbone mal cagato
un uomo triste senza pace né ragione.
Perché tanta fame e povertà ..
Il governo dov’è?
Non è giusta l’anarchia
ma nemmeno questo stupido governo
ci avete provato vi ho votato e non funziona.
Destra, Sinistra o Monarchia
per un’Italia senza più valori
ci vorrebbero menti giovani e nuovi governi
senza tracce di quelli precedenti
come nel dopoguerra ..
Ripartire da zero e ricominciare
a dar valore e far valere un paese che ha tanto da dare
Bisogna solo volerlo fare.
I martiri piangono, i soldati muoiono
Io tremo, piango ho fame.
Il governo festeggia a ostriche e caviale
e i soldati muoiono in guerra
Per un Paese che li ha dimenticati ..
Per un Paese che li ha dimenticati ..
Ad un paese che può dare tanto
di cui il volere è potere ..
Per una bandiera tricolore
E quel canto disperato
che non si ricordano più.
I dimenticati siamo noi
E non lo sappiamo ..
Sì i disperati siamo noi.


Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it


Cinque Miniti di Silenzio Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


CINQUE minuti DÌ silenzio.

Avete spento la luce nei miei occhiE ora non brillano più… vi prego
Non fermate il pulsare del mio cuore dolente!
Avete distrutto il mio mondo fantastico, il mio paradiso…
E ora non ho più rifugio alla solitaria, malinconica.
Dolorosa nostalgia!
Avete liberato le voci dalla mia mente
E ora in quest’assurda e cruda realtà sono solo!
Avete dato un limite vietando un oltre
Alla mia immaginazione e ora…
Ora faccio fatica anche a sognare!
Sì mi avete aperto gli occhi, liberato la mente.
Ma mi avete anche tagliato le ali costringendomi con la forza.
Se necessaria a stare in terra a osservare, impotente.
Nel mio dolore questo mondo crudo e razionale
Che voi chiamate terra e che io chiamo follia…
Non è possibile che il mondo pur essendo libero
Intelligente ed emotivamente sano
Possa scegliere liberamente senza opporsi di soffrire
Andando lentamente verso una pazza distruzione di massa…
Posso capire che il mondo è cieco, ma non credo che sia spietato…
L’intelletto è una virtù e l’amore c’è e non c’è…
Sembra tutto un enorme spazzatura confusa
Di sentimenti ed emozioni
Di leggi decreti e legislazioni…
Ma perché tutti insieme
Non lasciamo cadere le braccia e con un lungo respiro
In un grosso girotondo rieleggiamo il mondo
Con un solo sindacalista ed elettore, con un sol viandante e pescatore
in modo da essere tutti uniti e tutti uguali
Per andare nelle strade e fra la gente
A raccogliere i rifiuti di millenni e bruciarli in un minuto
Di silenzio nell’inceneritore
Poi alziamo le maniche e diciamo…
Ora tutti uniti e tutti insieme da capo ricominciamo!
Questa è la prima intelligenza ora
Apri il cuore e datti da fare!

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



28 ott 2013

Anima mia Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Anima Mia

Anima mia
anima dannata -
non mi tormentare
lasciami riposare.
Animo ribelle
lasciati andare
snoda quell’intruglio d’emozioni…
lasciati andare!
Libera quell’assurdo pensiero
e ridammi la mia vita
donami la pace…
Voglio indietro la mia libertà,
la voglio indietro!
Anima dannata
non tormentarmi
non accedere in colpe che non ho
non è certo colpa mia se il mondo
si sta suicidando
cosa ne posso fare io?
anima dannata non mi tormentare
lasciami andare
al mio atroce destino
libera la mente e lasciami andare
perché questa volta
lo giuro
ne sono sicuro
non ti darò quel tormento che vuoi
non ti farò vincere
e sai perché…
Tu non hai alcun potere su di me!
Ecco svelato il mistero
cala le vesti, la paura
ritorna la pace.   
                                             
Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it



Bocciolo di Rosa Poesia di Emanuele Locatelli Scrittore


Bocciolo DÌ Rosa.

Cos’è quel nodo che ho dentro
Quando vedo
I tuoi occhi nocciola
E sento dentro di me la primavera
Un fuoco che schiocca
Se mi sfiori le labbra
Se poi facciamo l’amore
Rinasco come un bocciolo di rosa
Tu scorri lento
Come il sangue nelle mie vene ..
Accarezzo il tuo dolce petto
Con la mano mi passo il capo
E ti sussurro nelle orecchie
Ti amo ..
Il cielo s’incendia
Ed io mi perdo fra le stelle in due righe.

Emanuele Locatelli Scrittore www.emanuelelocatelliscrittore.it